Commenti

Il 2015 si apre con due assi nella manica per l’economia italiana: costo del denaro quasi a zero (e costo degli interessi del debito pubblico ai minimi storici); prezzo del petrolio a livelli ideali.

La Cei, in occasione della campagna “Insieme ai sacerdoti. Insieme ai più deboli” per il sostentamento del clero, ha voluto raccontare, attraverso 4 brevi spot, l'impegno dei circa 36mila sacerdoti che operano nel nostro Paese

Michael Desch, presidente del Dipartimento di Scienze politiche all'Università cattolica di Notre Dame, in Indiana, traccia un bilancio di metà mandato: "Rispetto all'autunno del 2008 la disoccupazione si è dimezzata". Il successo della riforma sanitaria e l'incognita di quella sull'immigrazione

Un vantaggio certo per i consumatori, automobilisti in testa, ma anche per le famiglie e le imprese energivore. Ma lo Stato vedrà calare , e non di poco, le sue entrate fiscali. Già si calcola un introito inferiore per un importo di 2 miliardi di euro...

La richiesta tedesca di rendere pubblica la formula (l'algoritmo) che fa funzionare il motore di ricerca è stata immediatamente respinta dal gigante di Internet. Ma un’azienda privata può diventare più potente dei governi nazionali legittimamente eletti?

Il solo dato della remunerazione parla chiaro: i docenti italiani sono agli ultimi posti in Europa. A questo si aggiunge il tema del lavoro docente ridotto a un puro calcolo orario, senza tener conto di alcuna specificità professionale. Vedi la questione delle 36 ore...

Parliamoci chiaro: non abbiamo un tumore incurabile, il Pil non racconta tutta l'Italia (il "nero", ad esempio), né rispecchia un tenore di vita comunque in larga parte ancora dignitoso. Ci sta da tempo debilitando una febbriciattola fatta di conservatorismo, di inedia, di soluzioni a corto respiro, di voglia di non decidere, di non scontentare

Coi suoi 13.200 lavoratori, 569 milioni di perdite nette, un aumento di capitale di 250 milioni per evitare il fallimento da effettuare prima dell’accordo con la compagnia degli Emirati Arabi, Etihad Airways che entrerebbe col 49% del capitale, la nostra ex “compagnia di bandiera” si trova davanti a un bivio

L’infibulazione, mutilazione dei genitali e parziale cucitura della vagina praticata sulle bambine e preadolescenti in 40 Paesi del mondo, viene ora imposta come pratica di massa a tutte le ragazze dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil) dal leader dei jihadisti Abu Bakr al-Baghdadi

Sembra ci siano solide basi per ritenere che il missile sia stato lanciato dai ribelli filo-russi. È necessaria, adesso, un’azione diplomatica europea che sia lungimirante, seria, decisa. E gli Stati Uniti evitino di proporre ora l’ingresso dell’Ucraina nella Nato

I beni patrimoniali dello Stato potrebbero confluire in un apposito fondo, collegato all'emissione di una colossale obbligazione che avrebbe proprio in quel patrimonio la garanzia e da esso ricaverebbe i proventi realizzabili nel tempo e nelle condizioni migliori per provvedere al rimborso.

Alla Camera si è formata velocemente la maggioranza per far passare la legge; per il Senato si sta creando qualche ripensamento in più; l’importante è che non si tratti di arroccamenti ideologici

Una parola lunga e chiara, che dà un senso di nuovo, di moderno, di cose da fare necessariamente... Ma che vuol dire in pratica?

Il pensiero corre veloce al dolore di Papa Francesco dell’8 luglio 2013, agli interrogativi che pose perché incidessero cuore e coscienze: "Adamo dove sei?", "Caino dov’è tuo fratello?", "Chi ha pianto per la morte di questi fratelli e sorelle?". A tali domande fece eco quell’indignato "Vergogna!" del 3 ottobre 2013, per i 366 figli che, annegati nel mare, non sono più

Si tratta, ha aggiunto nell’assumere la presidenza di turno, di "meritare l’eredità dei padri". Il presidente italiano non bada al protocollo, annulla la consueta conferenza stampa e polemizza duramente con il capogruppo del Ppe, il tedesco Weber, che lo aveva ammonito: "Con i debiti non si crea il futuro". Una scommessa motivata sulla crescita e sul capitale umano. La rivendicazione dei valori europei

In quel frangente drammatico della Storia le radici dell'elaborazione teorica e poi la realizzazione concreta del processo d'integrazione europea, ossia la presa di coscienza che per espellere l’orizzonte della guerra dal continente europeo fosse necessario provare a percorrere una via opposta a quella della violenza

Unione Europea: la composizione di una nuova Commissione europea ha provocato contese politiche piuttosto accese nell'ultimo mese. Ora sembra esserci un accordo sul Presidente della Commissione e del Parlamento. La logica è quella delle "larghe intese".

“Con la cultura non si mangia”, disse qualche anno fa l’allora ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. Aveva ragione, aveva torto... Ecco perché

Con l'aiuto di mons. Giorgio Lingua, fossanese, Nunzio apostolico in Giordania e Iraq, cerchiamo di capire meglio cosa sta accadendo a Mossul e dintorni, dopo che i miliziani jihadisti dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isil) hanno conquistato al città

Il declassamento dei media nazionali e la mancata mobilitazione dei cristiani locali. Come afferma qualche esperto conoscitore della realtà mediorientale, se il negoziato politico è fallito, lo si deve proprio al fatto che "non c'è l'humus giusto nel territorio nel quale possa attecchire la speranza che scaturisce da gesti come questi tra Peres, Abbas e Papa Francesco"

Il primo problema che l’Europa deve affrontare: riaffezionare i suoi cittadini alla loro vita collettiva e consentirne la partecipazione ai processi decisionali.

Il sociologo Franco Garelli valuta la scatto culturale: "È un grande segnale di discontinuità rispetto al recente passato. Finalmente non vince la rivendicazione, la protesta, il mandiamoli tutti a casa, la tabula rasa, ma vince chi in qualche modo offre una speranza ragionata". E ancora: "La sua è una sinistra libera dalle categorie del passato e che aggredisce il presente"

Per la prima volta dal 1979, quando l'Europarlamento fu votato direttamente dai cittadini, l'astensione non cresce: il numero dei votanti è sicuramente modesto (43%), ma in linea con quello del 2009. All'Eurocamera irrompe la politica vera e propria, fatta di consensi elettorali, partiti, programmi, leader, strategie e alleanze. Il nome del prossimo presidente della Commissione ne sarà una riprova

Ma l'astensionismo, salito al 41%, manifesta una disaffezione preoccupante. Sulle spalle di Renzi la responsabilità di governare un consenso inaspettato. A Grillo il peso di gestire la prima sconfitta. Se le vecchie categorie (progressisti e conservatori) sembrano superate, anche ai credenti spetta la responsabilità di riflettere sul rifiuto del voto

Che cosa è l’Europa? Cominciamo da quello che vediamo...

La cura è fatta di riforme, di cambiamenti. Ma non esiste alcuna riforma che produca i suoi effetti positivi nello spazio di un amen: riformare la macchina pubblica, cambiare la giustizia, dare impulso alle assunzioni, restituire un po' di soldi (e di fiducia) agli italiani sono tutte cose che faranno fiorire rose, ma non subito, non oggi

Nella nostra società tutto ciò che è vitale è stato “privatizzato”. Le questioni tecniche sono “pubbliche”, mentre quelle esistenziali sono private.