Cultura e Manifestazioni

Nello sport come nella vita serve disciplina e una valida direzione. Questo il concetto emerso nel recente incontro di lunedì 7 aprile, presso il salone Caritas di via Vescovado, sul progetto “Il sogno di Santiago”, promosso dalla Diocesi di Fossano con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio e rivolto alle associazioni sportive locali.

È un’antica tradizione catalana: a San Giorgio gli uomini donano una rosa alle donne, che contraccambiano con un libro. Il legame tra il fiore e la pagina scritta è stato ribadito per il terzo anno consecutivo a Fossano, che durante la scorsa settimana ha accolto la “Festa di San Giorgio - Libri e rose”, un’iniziativa organizzata dall’Osservatorio fossanese e dedicata ad arte e cultura.

Successo per la camminata gastronomica tra borgo Nuovo, Santa Lucia, Tagliata e Boschetti.

Si è fatto conoscere con “Le rane che si credevano pesci”, libro in cui si è affidato ad una favola per dimostrare che è possibile trovare un lavoro che non costituisca un tradimento dei propri sogni e che, al tempo stesso, garantisca una buona qualità della vita e lasci del tempo libero.

Il colore del mese di maggio a Fossano è il rosa. Il colore rosa intenso del Giro d’Italia che per un mese vestirà la città e un nutritissimo calendario di eventi, iniziative sportive, feste, serate musicali, in attesa della tappa fossanese della corsa ciclistica più conosciuta e seguita al mondo, che toccherà le terre degli Acaja il prossimo 23 maggio quando partirà la Fossano-Rivarolo Canavese.

Il cielo di sabato 5 aprile, solcato da tumultuose nubi, non prometteva nulla di buono, ma non ha fermato le centinaia di partecipanti dell’edizione 2014 di Canté j’euv di Maddalene, che anche quest’anno ha registrato un’affluenza da record e un successo oltre ogni più rosea aspettativa.