Fossano
stampa

"Nel 2018 meno reati in stazione e sui treni"

Bilancio di fine anno per la Polfer di Piemonte e Valle d'Aosta: "Controlli anche negli scali più piccoli"

Parole chiave: polfer (16), treni (25)
"Nel 2018 meno reati in stazione e sui treni"

Meno reati compiuti in ambito ferroviario e, soprattutto, meno aggressioni ai capitreno. Sono alcuni dei dati che emergono dal bilancio di fine anno presentato dal Compartimento di Polizia ferroviaria di Piemonte e Valle d’Aosta.

I reati emersi

Nel 2018 gli agenti hanno effettuato, oltre ai normali controlli, “servizi di carattere straordinario” legati ad obiettivi particolari, come la prevenzione del terrorismo; i controlli, assicurano dal Compartimento, sono stati effettuati anche a bordo dei treni e anche nelle stazioni minori dove non è presente un presidio fisso della Polfer.

Sono state identificate 99.438 (32.178 stranieri e 4.253 minori); 44 sono gli arrestati e 727 gli indagati a piede libero. I controlli hanno riguardato anche 4.350 veicoli nei dintorni delle stazioni (595 le violazioni al Codice della strada contestate).

Nelle stazioni sono stati effettuati 12.662 servizi di vigilanza e 1.125 servizi anti-borseggio con agenti in abiti civili; i poliziotti hanno viaggiato a bordo di 11.272 treni “risultati critici dopo monitoraggi e valutazioni mensili effettuate con le Ferrovie dello stato”.

I reati compiuti nell’ambito ferroviario risultano 693 contro gli 848 del 2017: si conferma così il trend in diminuzione degli ultimi anni. Diminuiscono anche le aggressioni fisiche ai capitreno, che passano dalle 44 del 2017 al  14 del 2018; segno meno, fortunatamente, anche per le aggressioni verbali.

Sono 392 le sanzioni per “comportamenti illeciti in ambito ferroviario”, ad esempio l’attraversamento dei binari o l’occupazione abusiva di carrozze in disuso.

Per i più deboli

La Polfer ricorda inoltre la sua vocazione ad essere “polizia di prossimità”, che si esprime nell’attenzione verso “persone particolarmente vulnerabili, come minori, anziani, malati o comunque in difficoltà”.

Nel 2018 gli agenti hanno rintracciato 66 persone che risultavano scomparse; di queste 47 erano minori. In un caso è stata ritrovata dai poliziotti un’anziana che si era allontanata dalla Casa di riposo dov’era ospite.

Sensibilizzazione

Operatori della Polfer hanno incontrato gli studenti per sensibilizzarli sul problema dei comportamenti scorretti nell’ambito ferroviario - come l’attraversamento dei binari - che possono avere conseguenze gravi, al di là del rischio di essere multati.

Un’iniziativa è stata dedicata al contrasto alla violenza sulle donne.

Altre indagini

La Polfer di Piemonte e Valle d’Aosta è stata coinvolta anche in indagini non limitate all’ambito ferroviario. Il caso più noto riguarda un traffico di ben 860 veicoli con intestazione fittizia.

Sempre nell’ambito ferroviario, c’è invece ancora da ricordare il contrasto ai furti di rame. I ladri “specializzati” in questo settore guardano ovviamente ai binari con grande interesse.

"Nel 2018 meno reati in stazione e sui treni"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento