Le parole per dirlo
stampa

29.04.2015

“Che le cose siano così non vuol dire che debbano andare così” 
(Giovanni Falcone, magistrato, 1939-1992 )

Giovanni Falcone venne ucciso dalla mafia nell’attentato di Capaci. Perché voleva cambiare qualcosa, perché non accettava di piegarsi alla criminalità organizzata, perché credeva ad un futuro diverso. Molti attorno a lui avevano smesso di lottare perché non credevano più al cambiamento. Lui no, ci credeva e ci provava, con tutte le forze. Ecco perché è così potente la frase citata. Ci ricorda che le cose possono cambiare, anzi che noi possiamo cambiare ciò che non funziona. Ci ricorda che la classica frase: “Abbiamo sempre fatto così” è una bestemmia. E che la frase: “Tanto non cambia mai niente” è una falsità. E, soprattutto, la frase: “Io non posso farci proprio nulla” è pura vigliaccheria.
Ognuno di noi lo può applicare alla propria vita. Che la tua vita di coppia stia passando un lungo tempo di crisi non significa che debba sempre andare così. Che con tuo figlio ci sia incomunicabilità non significa che debba sempre andare così. Che nella tua parrocchia si fatichi ad entrare non significa che debba sempre andare così… Abbiamo bisogno di recuperare la certezza che non siamo imprigionati da un destino implacabile. Sempre e comunque qualcosa possiamo farlo. C’è sempre ancora un margine su cui puntare, su cui agire.
La frase di Falcone continua così: “Che le cose siano così non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando c’è da rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare”. Già. Per cambiare occorre pagare un prezzo. E questo ci spaventa. Ci fermiamo, lasciamo correre, chiudiamo gli occhi, abbassiamo gli ideali. Diventiamo “realisti” e lasciamo le cose come stanno. Prendendo la strada del lamento. Perché costa meno. Ma il lamento davvero lascia le cose come sono, anzi le peggiora soltanto un po’.

Forse ti può interessare anche:

29.04.2015
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento