Vita ecclesiale

Nella Solennità dell'Assunzione, seconda giornata della visita in Corea, Papa Francesco ha presieduto la messa nello stadio di Daejeon. Ai cattolici del Paese ha indicato "la speranza offerta dal Vangelo". Prima della messa l'incontro con una delegazione di familiari delle vittime del traghetto Sewol. Nel pomeriggio l'abbraccio con i giovani della Gmg

Ieri, a Castelnuovo don Bosco, si sono aperte le celebrazioni per il bicentenario di san Giovanni Bosco. Oggi, alle 11, nella basilica di Colle Don Bosco solenne concelebrazione eucaristica di apertura presieduta dal rettor maggiore

Il Papa, prima di partire per la Corea, ha scritto al segretario dell'ONU per dire basta a ogni forma di violenza. Documento dei vescovi europei: “La situazione dei cristiani e delle altre minoranze religiose in Iraq è totalmente inaccettabile. La comunità internazionale è chiamata a porre fine a questa tragedia con tutti i mezzi legittimi possibili”

Riconciliazione tra le due Coree e solidarietà tra le generazioni: sono i temi al centro dei discorsi del primo giorno di Papa Francesco nel Paese asiatico. Ai vescovi coreani: "Essere custodi della memoria e custodi della speranza". E ancora: non seguire "i criteri mondani"

Le due Coree vivono ancora oggi in uno stato di "sospensione temporale della guerra". La tensione è altissima con il pericolo che incombe di un conflitto nucleare. "La pace - ricorda Papa Francesco - non è semplicemente assenza di guerra, ma opera della giustizia"

Giornata di preghiera nazionale indetta dai vescovi italiani per il 15 agosto. Intanto il card. Filoni, inviato del Papa, ha raggiunto il Kurdistan iracheno per portare aiuto e sostegno ai cristiani sfollati.

La testimonianza di padre Vincenzo Bordo, missionario da 24 anni in Corea del Sud dove accoglie senza tetto, anziani soli, giovani di strada. Il ritratto di un Paese che “lascia per strada tanta gente, molti sono giovani, anziani e malati”. Il viaggio di Papa Bergoglio dal 14 al 18 agosto

Appuntamento in agosto a San Rossore (Pisa). Nell'ex tenuta presidenziale 30mila ragazzi vivranno per quattro giorni in una città di tende, costruita e smontata nel massimo rispetto del territorio circostante. Scriveranno la Carta nazionale del coraggio "Diritti al futuro" in cui affermeranno "l'impegno di mettersi concretamente al servizio del Paese". Info: www.routenazionale.it

Sin dal volo in elicottero l'attenzione di Francesco è stata rivolta al problema del degrado ambientale. Guardando dall'alto la terra ormai devastata da rifiuti e roghi, ha commentato: "Terribile". Un tema che è tornato anche nell'omelia. Alla fine della Messa la promessa: entro l'anno a Napoli

Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la donna sudanese cristiana che era stata incarcerata nei mesi scorsi, è arrivata in Italia ed è stata accolta all'aeroporto dal Presidente del Consigllio Matteo Renzi. Alle 13 l'incontro di tutta la famiglia Ishag con Papa Francesco

Sabato 19 luglio, un piccolo gregge di pellegrini proveniente dalle diocesi di Cuneo e Fossano ha celebrato la conclusione dell’anno della fede a Sant’Anna di Vinadio. Nel santuario più alto d’Europa SABATO 26 LUGLIO l'annuale FESTA (informazioni sul sito web www.santuariosantanna.eu )

Parole appassionate e dirette nell'omelia della messa alla quale hanno partecipato sei persone adulte, vittime di abusi sessuali da parte di esponenti del clero, provenienti da Germania, Irlanda e Regno Unito. Francesco le ha incontrate personalmente subito dopo, intrattenendosi con loro in media mezz'ora ciascuno. Condanna severa anche per i "peccati di omissione", perché "l'infanzia è un tesoro"

Domenica 29 giugno in tutte le chiese e diocesi di Italia si tiene la tradizionale raccolta di offerte dei fedeli per il sostegno della missione della Chiesa e delle opere di carità denominata “Obolo di San Pietro”

Approvato dai Consigli pastorali e presbiterali, conferma sostanzialmente la divisione in Unità pastorali delle parrocchie della diocesi già disegnata nel 1998. Quale ruolo per le parrocchie sotto i 300 abitanti?

Con queste parole (pronunciate sabato 21 giugno) entra nella storia. Mai alcun Pontefice prima di lui era giunto a tanto, anche se non sono mancate condanne durissime. Il saluto del vescovo, Nunzio Galantino. Una giornata fitta di incontri culminata con la Messa nella Piana di Sibari. Intensissimi gli incontri con i carcerati, i malati, gli anziani e i tossicodipendenti. Ai sacerdoti l'invito a non essere "schermi" ma "canali"

È meta di molti pellegrini che salgono in alta valle Stura da tutta la Granda e dalla vicina Francia. Nella messa di domenica 15 giugno ricordato il salmourese Piero Gallo (deceduto nel settembre 2013), frequentatore assiduo e benefattore del Santuario

La giovane fossanese il 31 maggio scorso ha fatto la sua professione solenne nella vita claustrale benedettina all’abbazia “Mater Ecclesiae”, situata sull’Isola di San Giulio, nel lago d’Orta.

Sono partiti in settimana i campiscuola dell’Azione cattolica diocesana nella Casalpina di Acceglio. I primi a salire in alta valle Maira, martedì 10 giugno, sono stati i ragazzi e le ragazze di 2ª Media.

Nel 2013, in base ai dati ufficiali comunicati dal ministero delle Finanze, sono stati assegnati alla Cei 1.032 milioni di euro; di questi, alla diocesi di Fossano sono stati erogati 1.575.238 euro. La ripartizione nei vari settori (culto e pastorale, sostentamento clero, interventi caritativi, beni culturali)

Una messa in Cattedrale mercoledì 11 giugno alle 8,30 per ricordare il sacerdote fossanese che fu anche direttore de La Fedeltà

Sullo sfondo di San Pietro, Papa Francesco, Shimon Peres e Mahmoud Abbas, pregano per un futuro di pacificazione per i propri popoli e per tutta l'area. Con loro il Patriarca Bartolomeo. Ognuno ha pregato nella propria lingua seguendo l'ordine cronologico delle religioni, ebrei per primi, cristiani e musulmani. Poi hanno piantato un ulivo a sancire il comune desiderio di pace di israeliani e palestinesi

Domenica 8 maggio in Vaticano l'atteso incontro di preghiera per la pace in Medio Oriente, proposto da Papa Francesco ai presidenti d'Israele e Palestina. Non una preghiera interreligiosa, ma una comune invocazione di pace che ebrei e palestinesi fanno a Dio.

Nel suo primo messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni che la Chiesa celebra domenica 1° giugno, Papa Francesco mette il suo timbro, attraverso una rilettura del ruolo dei media e delle loro logiche interne al servizio della "cultura dell’incontro", che a lui sta sommamente a cuore. Internet? È un dono di Dio che consente alla testimonianza cristiana di raggiungere le periferie esistenziali