“Mollo tutto e apro un’impresa sociale”

Il fossanese Marco Grosso, dalla banca a Animazione Motoria Sorriso

Dal lavoro in banca all’Attività Fisica Adattata (AFA). È il passo fatto dal fossanese Marco Grosso che può sembrare un salto nel buio ma non lo è. Però è un cambiamento radicale, “senza dubbio studiato, ragionato e discusso a lungo. Nonostante tutto ho lasciato il certo per l’incerto. Il tempo spero mi dia ragione”, ci racconta il presidente di Animazione Motoria Sorriso, impresa sociale Onlus che propone programmi di attività fisica, anche sotto forma di animazione ludico-motoria, in diversi ambiti applicativi, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone con la finalità ultima di redistribuire le risorse e ridurre la distanza sociale.
Marco Grosso ha una laurea in economia bancaria, finanziaria e assicurativa. Ha lavorato in due banche del territorio “dove ho avuto ottime esperienze – ha spiegato -. Lì mi sono formato dal punto di vista economico, ma anche etico e personale. Parallelamente ho sempre praticato attività sportiva, agonistica e non, e fatto il preparatore atletico. Negli anni ho conseguito la laurea magistrale in Management delle attività motorie e sportive". In quel periodo è nata l’idea di Animazione Motoria Sorriso. Per svilupparla ci è voluto tempo e coraggio, “con una famiglia e tre figli. E un lavoro bello e stabile a scandire la quotidianità. Ci è voluto qualche anno ad arrivare a concretizzarla”. Grosso ha deciso di formarsi ancora e ottenere il Master di secondo livello in Progettazione e conduzione dell’esercizio fisico nelle patologie esercizio-sensibili all’Università di Verona nel Dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento, premiato come dipartimento di Eccellenza 2018-2022 dal Miur. “Come esame finale di questo Master c’era un progetto di impresa. Io, sfruttando il tempo libero obbligatorio del periodo di pandemia, ho strutturato il progetto denominato Animazione Motoria Sorriso. L’ho presentato e l’esame è andato bene, ottenendo il parere tecnico favorevole della commissione giudicante. Ho preso la decisione di avviare l’attività quando stavo ancora lavorando in banca, e l’ho fatto all’inizio dell’anno. Mi sono confrontato con la famiglia e ho deciso di seguire questo progetto”. Ma non da solo. “C’è un team multidisciplinare che annovera figure amministrative (tutti volontari) con esperienza in diversi settori, a supporto di altri liberi professionisti, e figure più prettamente tecniche ed operative che svolgono l’attività in campo a diretto servizio dell’utente finale”. Le figure operative sono: il manager dello sport, il medico specializzato in medicina dello sport, i fisioterapisti ed i chinesiologi delle attività motorie preventive adattate.
Animazione Motoria Sorriso (AMS) è stata costituita formalmente a novembre del 2021, a gennaio sono partite le prime attività e ad aprile, con l’allentamento delle restrizioni Covid, ne sono state avviate altre.
Tutti gli studi dicono non solo che la popolazione sta invecchiando, ma anche che la prevenzione è fondamentale per evitare l’invecchiamento precoce, per scongiurare o rallentare tante patologie. “E la prevenzione passa attraverso la nutrizione, la psicologia e l’attività fisica, che sono le basi per una buona salute. Per questo nel nostro team c’è anche un medico esperto in nutrizione e dietetica e abbiamo avviato una collaborazione con uno storico Istituto di psicologia”.
AMS propone programmi di animazione motoria all’interno di Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) e Residenze Alberghiero Assistenziali (RAA), attività motoria per adulti sotto forma di animazione ludico-motoria con l’obiettivo primario di ridurre la sedentarietà e offre anche attività fisica adattata per persone con disabilità fisica e intellettiva. “Partendo da test di valutazione funzionale proponiamo programmi di attività motoria secondo linee guida del Ministero della Salute e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, per portare dei benefici alla salute delle persone. Interveniamo in condizione clinica controllata e stabilizzata. Nei diversi ambiti la nostra attività è rivolta a piccoli gruppi omogenei”. Centri diurni, strutture per anziani, Pro Loco, Circoli Acli, enti di vario genere: AMS può portare i suoi professionisti ovunque ci sia un locale idoneo e la volontà di proporre attività e divertimento, “non a caso c’è la parola ‘sorriso’ nel nome della nostra società”.
La finalità di questo ente è mettersi a disposizione della comunità tramite i propri servizi; confrontarsi con il mondo economico per riuscire a reperire anche risorse da destinare al mondo sociale attraverso l’attività fisica. Potremmo, ad esempio, ridurre il costo orario per gli utenti finali nel caso di ottenimento di sponsorizzazioni locali o donazioni di enti e fondazioni; i fondi saranno usati anche per acquistare strumentazione per i centri”.
La quotidianità di Grosso è stravolta rispetto agli ultimi anni, “è passata anche attraverso quattro mesi di docenza al Liceo Ancina di Fossano che sono stati particolarmente utili dal punto di vista professionale ed umano. Non ho più orari fissi e sono molto impegnato a seguire i nostri collaboratori sul territorio. Sono entusiasta di questo progetto e ci lavoro con tutta l’energia che possiedo”.