Home Rubriche La santità della porta accanto

La santità della porta accanto

Sturpino Suor Imelda

La corsa di “trottolino” sulla strada della santità (1ª parte)

La piccola Imelda: padre Gasparino la chiama proprio così. Non solo perché alta come un soldo di cacio, piuttosto perché riconosce in lei uno dei “piccoli” di cui è stato detto, da un Tale...
Lucia Cassino

Da Levaldigi a Canale d’Alba, passando per Oulx (2ª parte)

Lucia, con marito e figli, si trasferisce poi a Rivoli, prima di prendere casa definitivamente a Torino. La sua salute, da sempre fragile, è adesso minata da una discopatia della colonna vertebrale che la...
Lucia Cassino

Da Levaldigi a Canale d’Alba, passando per Oulx (1ª parte)

C’è un impercettibile ma solidissimo filo che lega Levaldigi con Centallo, passando per Oulx per arrivare fino a Canale d’Alba. Si tratta di un filo dipanato da una umilissima donna, Lucia Cassino, che vede la...
Chiesa parrocchiale di Cervere: urna delle reliquie del beato Bartolomeo

600 candeline per il beato Bartolomeo (3ª parte)

Tralasciamo, come sempre fatto finora, di parlare dei fatti “prodigiosi” che si registrano alla morte del martire e su cui invece 60 anni fa indulgeva il nostro don Dompè. Ci interessa piuttosto accennare alle...

600 candeline per il beato Bartolomeo (2ª parte)

I documenti d’archivio consultati dal nostro don Felice Dompè perdono nuovamente di vista il padre Bartolomeo alla scadenza del suo secondo priorato (1459). Ricompare a Savigliano nel 1463 (il che fa presumere che abbia...
il beato Bartolomeo da Cervere

600 candeline per il beato Bartolomeo (1ª parte)

È davvero singolare che il legame con la nostra diocesi si riduca semplicemente al nome, “De Cerveriis”, che rimanda ad un casato che aveva diritti feudali, tra l’altro, sul paese di Cervere, acquistati verso...
Carlo Palestrino sull'Allalinhorn (nel 1964)

Gli anni ruggenti di Carletto (2ª parte)

Quanti vedono in Carletto un maestro e un modello, vengono da lui forgiati secondo il suo stile di vita, fondata su una fede profonda anche se aliena da ogni bigottismo, su un prorompente entusiasmo misto...
Carlo Palestrino sulla cima della Maledia (settembre 1954)

Gli anni ruggenti di Carletto (1ª parte)

“Avete dimenticato di raccontare quello che don Costamagna organizzava al termine della guerra per i giovani che tornavano dal fronte…”. La “tirata di orecchi” (per la verità molto amabile, addirittura piacevole perché se non...
Onorato don Corrado Lapide

Il parroco centallese che aveva “la scienza dei santi” (2ª parte)

È così che il 28 luglio 1872, a cinque anni dal suo insediamento, l’arciprete Corrado Onorato riunisce in comitato alcuni parrocchiani, per comunicare il suo desiderio di iniziare una campagna di decorazione interna della chiesa,...
Onorato don Corrado

Il parroco centallese che aveva “la scienza dei santi” (1ª parte)

Padre Onorato Corrado nasce il 18 ottobre 1812 a Borgo San Martino (provincia di Alessandria, diocesi di Casale) ed il 14 maggio 1832 entra nell’Ordine dei Frati Minori con già un non indifferente bagaglio di cultura...