Crf-H1-M-728x90 OK

Plafond di Bene Banca per gli artigiani

Rinnovato l'accordo con le associazioni di categoria: lo stanziamento è di 10 milioni per far crescere le attività

La firma dell'accordo con cui Bene Banca stanzia un plafond per gli artigiani

Bene Banca mette a disposizione degli artigiani 10 milioni di euro in finanziamenti a tasso agevolato. Lo scorso 18 luglio, nella sede della Bcc di Bene Vagienna è stato rinnovato l’accordo – già sottoscritto in passato – tra l’istituto, Fidi Cuneo e Confartigianato di Cuneo che “prevede lo stanziamento di un plafond da destinare, tra il 2019 e il 2020, ai soci artigiani della banca e dell’associazione di categoria”.

A firmare il documento il presidente di Bene Banca Elia Dogliani, il presidente di Confartigianato Fidi Cuneo Roberto Ganzinelli e il presidente di Confartigianato Cuneo Luca Crosetto.

“La convenzione – spiegano gli enti coinvolti – è finalizzata al rilascio di finanziamenti destinati a favorire l’inizio di nuove attività, l’acquisto di impianti e macchinari, attrezzature ed arredi, la ristrutturazione dei locali, l’acquisizione di aziende o rami di azienda, l’assunzione di personale, l’acquisto scorte e il sostegno della liquidità”.
“La vicinanza alle imprese artigiane rientra nel nostro Dna, nell’essenza stessa del credito cooperativo – commenta Dogliani –. I nostri 122 anni di storia ci insegnano come il sostegno alla nostra economia, alle piccole imprese, alle famiglie e, in generale, alle nostre comunità sia la vera missione e, al contempo, la vera forza di una banca del territorio come la nostra. Questa è l'incontro naturale tra due importanti realtà del territorio e sono convinto che contribuirà a dare un ulteriore stimolo alle nostre economie locali”. “L’accordo sottoscritto segue una precisa filosofia che il Confidi adotta nei rapporti con le banche del nostro territorio: realizzare accordi che siano tagliati appositamente sulle esigenze delle Piccole e medie imprese artigiane – interviene Ganzinelli –. Questa convenzione valorizza il nostro ruolo di interlocutori qualificati con gli istituti di credito ed evidenzia la nostra azione di consulente dell’impresa”. “Nonostante un nuovo periodo di stagnazione dell’economia europea e italiana e in attesa di nuove misure da parte della Bce per mantenere tassi bassi e mettere in atto importanti strumenti di politica monetaria – sostiene Crosetto –, iniziative come quella promossa dalla Bene Banca sono il vero sostegno all’economia reale delle piccole imprese presenti sul territorio della Provincia”.