Crf-H1-M-728x90 OK

Centallo festeggia i 50 anni dell’Avis

Domenica 20 maggio con la premiazione dei soci benemeriti e l’intitolazione di una via

Compleanno importante domenica 20 maggio. Si festeggiano i 50 anni dell’Avis Centallo, una delle realtà più attive del paese, da sempre in prima fila per promuovere la cultura del dono. Oggi la Sezione conta 240 donatori (gli iscritti sono 481) che nel 2017 hanno effettuato 464 donazioni. 

La giornata avrà inizio alle 8,15 con il ritrovo davanti alla chiesa e si chiuderà a tavola con il pranzo sociale (alle 13) al Pala Crf  di piazza Don Gerbaudo. In mezzo tanti appuntamenti per celebrare il mezzo secolo di vita della Sezione: la messa delle 8,30, la sfilata per le vie del paese con l’accompagnamento della banda musicale “Silvio Pellico” di Boves, l’esibizione del gruppo di majorettes “Scarlet stars”, l’omaggio agli avisini defunti. Il clou sarà alle 11,30 con la cerimonia ufficiale al Nuovo Lux durante la quale saranno premiati gli avisini che hanno raggiunto le 25, 50, 75 e 100 donazioni e i quattro soci benemeriti che hanno superato le 100 donazioni: sono il sindaco Pino Chiavassa, Massimo Tallone, Adriano Damiano e Paolo Ghibaudo. All’uscita ci si sposterà di pochi metri per l’intitolazione di una nuova via ai donatori del sangue: il controviale davanti alla cartolibreria Edera. Quindi si raggiungerà piazza Don Gerbaudo.

Artico completo su "la Fedeltà" di mercoledì 16 maggio

In foto: 8 maggio 1968, nasce la Sezione Avis. Da sinistra, il primo presidente Giovanni Sturpino, la contessina Maria Elena Frigerio, madrina del labaro, il segretario Don John Berardo e il Cav. Sebastiano Coppa, sindaco di Centallo