Crf-H1-M-728x90 OK

Bene, al via “Le ferie di Augusto”

Nuova edizione del festival di cultura classica, con tanti spettacoli al sito archeologico

Studenti di scuola superiore impegnati, a Bene Vagienna, nel festival

Il conto alla rovescia è quasi concluso. Martedì 4 e mercoledì 5 giugno, a Bene Vagienna si apre l’edizione 2019 del festival “Le ferie di Augusto”.

Il “format” è quello degli ultimi anni,  che prevede due momenti diversi in cui la manifestazione viene “spezzata”: la prima parte è quella dedicata alle scuole superiori, la seconda porta a Bene Vagienna professionisti del teatro.

Tante scuole coinvolte

Nella “due giorni” della prima parte del festival, studenti di vari istituti metteranno in scena rappresentazioni teatrali a cui hanno lavorato e si trasformeranno in spettatori quando saranno i loro coetanei a salire sul palco. L’appuntamento è per il 4 giugno dalle 9 e per il 5 dalle 9,15, al sito archeologico di frazione Roncaglia o - in caso di maltempo - al Palazzetto dello sport; in entrambi i giorni è prevista l’interruzione degli spettacoli per la “pausa pranzo”, il 4 dalle 12,30 alle 15 e il 5 dalle 12,30 alle 14,45.

Sono coinvolte scuole di tutto il Piemonte e il liceo di Lovere in provincia di Bergamo. È prevista, come negli anni scorsi, anche una breve esibizione della scuola media di Bene Vagienna.

Ragazze e ragazzi, in entrambi i giorni di questa prima parte de “Le ferie di Augusto”, saranno coinvolti nel “pranzo conviviale” offerto sotto i portici del centro storico. Questa è ormai una tradizione, che punta a far conoscere Bene Vagienna agli studenti ospiti, cui viene offerta la possibilità di “immergersi” nel centro storico approfittando del riparo che offrono i portici.

Il 4 giugno saranno proposti lavori ispirati alla tradizione classica, mentre il 5 si potrà assistere anche ad “incursioni” nel teatro contemporaneo; chiunque può partecipare come spettatore (l’ingresso è libero).

Questa prima parte del festival può contare sulla presenza dell’attore Simone Moretto come conduttore.

Gli attori tornano al teatro romano

Della seconda parte del festival - quella più tradizionale, con professionisti del teatro i cui spettacoli prevedono l’ingresso a pagamento - è stato presentato il programma pochi giorni fa. C’è una conferma probabilmente gradita al pubblico delle “Ferie di Augusto”: un “ritorno alle origini” che riporta molti spettacoli al sito archeologico di frazione Roncaglia, dove i resti dell’antica Augusta Bagiennorum costituiscono la scenografia ideale per pièce teatrali dedicate alla classicità.

Nel dettaglio, si svolgono al Teatro romano di Roncaglia “Germana Erba’s Talent” (alle 21,15 di sabato 29 giugno), “La cena di Trimalcione (alle 21,15 di venerdì 5 luglio) e “I due gemelli” (alle 21,15 di sabato 6 luglio). Completano il programma della seconda parte delle “Ferie di Augusto” sei spettacoli tutti in programma al museo archeologico (“Il viaggio di Ulisse” alle 21,15 di venerdì 12 luglio, “La commedia delle tre dracme” alle 21,15 di sabato 13 luglio, “Processo a un seduttore” alle 18 di domenica 14 luglio, “Processo a Socrate” alle 21,15 di venerdì 19 luglio, “I due gemelli” alle 21,15 di sabato 20 luglio e “Shakespeare per due” alle 18 di domenica 21 luglio).

Il costo del biglietto è di 11 euro per ogni spettacolo; c’è la possibilità di riduzioni e abbonamenti. La biglietteria apre un’ora primo dell’inizio dello spettacolo, al teatro romano o a palazzo Lucerna di Rorà dove si trova il museo archeologico.