Crf-H1-M-728x90 OK

In 21 punti le richieste dei pendolari To-Cn al presidente Cirio

Tutto quel che servirebbe per migliorare il servizio di trasporto ferroviario

la stazione di fossano
DIGITAL CAMERA

È un nutritissimo elenco di 21 punti quello che il Gruppo pendolari Cuneo-Torino indirizza - anche tramite i giornali - al neo-presidente della Regione Alberto Cirio e al suo assessore ai Trasporti Marco Gabusi. Si tratta di altrettante proposte per migliorare il servizio di trasporto ferroviario, buona parte delle quali già sul tavolo dell’ex assessore Francesco Balocco.
Alcune riguardano anche la Stazione di Fossano, come la richiesta di sistemare le coperture della pensilina o la riqualificazione del Movicentro (a Fossano, in proposito, c’è un progetto finanziato dall’Amministrazione uscente). Ma la parte preponderante delle proposte riguarda, nello specifico, il servizio sui treni: dai maggiori controlli a bordo, in particolare nelle ore serali, al miglioramento delle informazioni per i passeggeri (in caso di ritardi), da un miglioramento della pulizia (anche nelle Stazioni) alla soluzione del problema sovraffollamento. I pendolari chiedono anche di migliorare le interconnessioni treno-bus, il rispetto delle coincidenze, un ampliamento dell’offerta commerciale e treni regionali più veloci.
Tra i 21 capitoli trovano spazio, infine, alcuni temi infrastrutturali: dall’annosa richiesta di raddoppio della linea ferroviaria Cuneo-Torino (“attesa da più di 35 anni”), al potenziamento della linea Torino-Cuneo-Nizza-Ventimiglia, dalla riattivazione delle linee Saluzzo-Cuneo e Cuneo-Mondovì alla realizzazione di un collegamento ferroviario tra la Torino-Cuneo e l’aeroporto di Levaldigi.

Su "la Fedeltà" di mercoledì 19 giugno