Il Covid-19 entra nella Casa di riposo di Levaldigi

Colpiti numerosi ospiti e buona parte del personale. Deceduta un'ospite per Covid che aveva però gravi patologie pregresse

La Casa di riposo di Levaldigi era passata immune nella Fase uno del Covid-19.
Purtroppo nei giorni scorsi il virus è entrato prepotentemente dentro la struttura.
"La prima ondata dell’infezione Covid 19 non aveva fortunatamente colpito la Rsa Casa di riposo F.lli Ariaudo di Levaldigi. Purtroppo, in questa fase tre, il riacutizzarsi della pandemia e la massiccia diffusione del virus hanno invece prepotentemente coinvolto un consistente numero di ospiti e buona parte del personale addetto alla cura e alla gestione della Rsa levaldigese". È quanto si legge in un comunicato ufficiale della direzione della Rsa, a firma del presidente Egidio Boglione. Che prosegue: "L’ente sta cercando di fare del suo meglio per continuare a garantire a tutti gli utenti il pieno diritto alla salute, alle cure e ai servizi quotidianamente offerti con le figure deputate alla gestione dei pazienti (medico curante di ognuno, Usca, 118) e con la sovraintendenza del Distretto sanitario, nel pieno rispetto dei protocolli e delle normative vigenti. Gli ospiti risultati positivi sono quasi tutti sintomatici, alcuni son migliorati, altri invece hanno dovuto essere sottoposti a terapie più intense con ossigeno e quanto prevede il protocollo medico per evitare possibili complicanze; qualcuno è stato ricoverato negli ospedali limitrofi. La settimana scorsa purtroppo un’ospite, positiva al virus, è deceduta in struttura, ma è bene precisare che aveva gravi patologie pregresse.
Le visite con i parenti, che erano state cautamente riprese qualche mese fa, con tutte le precauzioni possibili, han dovuto essere interrotte e comunque, nonostante l'emergenza e il numero del personale in servizio, la direzione cerca di fornire le informazioni telefoniche minime ai familiari che chiedono notizie del proprio caro.
Nonostante il numero ridotto del personale, oltre le condizioni cliniche degli ospiti positivi, la Casa di riposo assicura che si sta facendo quanto necessario per salvaguardare la salute e il benessere psico-fisico di tutti gli ospiti. Si spera vivamente che nel giro di qualche settimana la vita all’interno della Rsa possa tornare serena - conclude la nota - e riprendere la buona quotidianità, sempre contraddistinta dal servizio eccellente offerto dalla Casa di riposo ai propri pazienti".