Le Case do Menor celebrano traguardi importanti e guardano al futuro

Il 2 e 3 ottobre è in programma il terzo incontro Internazionale in provincia di Cuneo

Le Case do Menor di Italia e Brasile quest'anno celebrano rispettivamente 25 e 35 anni. Lo faranno in forma pubblica il 2 e 3 ottobre, in occasione del terzo incontro internazionale, che si tiene in provincia di Cuneo. Saranno giorni importanti per tracciare un bilancio ed elaborare una progettazione futura. Guidati da uno slogan, che le accomuna entrambe: presenza fedele e feconda, a fianco dei non amati.

Il programma dell’incontro internazionale prevede: sabato 2 ottobre, alle 16, ritrovo al monastero di San Biagio Mondovì; ore 17, messa celebrata da padre Renato Chiera, a seguire rinfresco con “batata solidaria” e cena al ristorante Moderno di Carrù. Domenica 3 ottobre: alle 9,30 incontro all’agriturismo Bricco Rosso di Farigliano, alle 11 la messa celebrata da padre Renato, a seguire buffet. Green pass obbligatorio per tutte le iniziative. Per informazioni: e-mail segreteria@casadomenor.org, tel. 0174.698439.
In Brasile quest'anno sono stati accolti 15 mila bambini e ragazzi nelle varie case-famiglia dei quattro stati (Rio, Cearà, Alagoas, Paraìba) dove è presente la Casa do Menor. Sono stati coinvolti 120 mila giovani e non in più di 18 tipi di corsi professionalizzanti e attività ludico-sportive, culturali e comunitarie.

E intanto prova a guardare al futuro, con coraggio, perché conta sulla forza dello Spirito Santo, che ha suscitato quest’opera, e sulla solidarietà di tante persone generose. La Casa do Menor brasiliana sta infatti preparando una presenza nel paese più povero dell’Africa, la Guinea Bissau – diocesi di Bafatà, città di Bambadinca. Purtroppo, il Covid ha ritardato la partenza dei cinque missionari, ma la loro casa è già in costruzione.
“Come vedete la Casa do Menor è sempre di più “in uscita”, ne sarà felice Papa Francesco – commentano i responsabili -. Contiamo sulla disponibilità e generosità dei nostri volontari giovani e adulti perché questi sogni diventino realtà. Salvare vite è la missione più importante che ci fa sentire utili e felici. Invitiamo tutti a partecipare e a condividere questi momenti e date importanti che ci aiutano a seminare speranza e a suscitare sogni”.

Casa Do Menor Locandina